Bergamo e il “Palma Shopping” – parte 1

A più di un anno dall’apertura del blog mi sono finalmente decisa a dedicare un post alla mia città: Bergamo. Ho voluto cogliere l’occasione di un’iniziativa davvero fuori dal comune chiamata “Palma Shopping”, organizzata a contorno di un’importante mostra dedicata a Palma  il Vecchio, uno dei maggiori talenti pittorici del Cinquecento e originario del paese di Serina in Val Brembana. La mostra visitabile alla GAMEC dal 13 marzo al 21 giugno 2015 ospita opere dell’artista provenienti da tutto il mondo. Attorno alla mostra – come per ogni grande evento – ruotano una serie di attività, che potete trovare su questo sito.

Palma Shopping è una delle iniziative più curiose: negozi, laboratori artigianali, ristoranti e hotel di Bergamo e provincia sono stati coinvolti per creare esperienze targate Palma in onore della mostra. L’iniziativa è piuttosto articolata: si va dalle vetrine di via Tasso decorate con i costumi del Teatro Donizetti, alla creazione di piatti e dolci dedicati all’artista riscoprendo i gusti della cucina rinascimentale.

Fra le aziende della bergamasca più impegnate il famoso marchio di abbigliamento Scorpion Bay, che ha creato le divise per i volontari del Palma. Altri marchi che hanno dedicato dei prodotti all’iniziativa sono: Luri che propone una borsa a tema, Creatò con i suoi bijoux ispirati a dettagli naturalistici delle opere del Palma, la biancheria in lino in stile rinascimentale de La baita di Nadia Rossini o le porcellane de La Vetrina di Porta Dipinta.

I prodotti più curiosi però li propongono Candele Deber, laboratorio artigianale a Grassobbio che ha deciso di creare una serie limitata di candele con riproduzioni delle opere di Palma il Vecchio; Custom Home Interior Design Art con le sue porte rivestite in tessuti damascati ma adattate al living moderno, e El Fromager con il suo Borgoss colorato con zafferano in edizione limitata.

Restando in tema culinario il piatto ufficiale della manifestazione è il baccalà, interpretato in maniera diversa da molti ristoranti della zona. Ne ha approfittato l’edizione 2015 di InGruppo, iniziativa dedicata alla promozione della cucina bergamasca attraverso speciali menù a tariffa agevolata nei ristoranti aderenti, quest’anno i quindici protagonisti si sono impegnati ad inserire in menù un Piatto Palma a base di baccalà. Alla base l’idea di omaggiare Pietro Querini, nobile mercante veneziano che nel XV secolo scoprì lo stocafisso alle Lofoten e lo introdusse nella nostra cucina – e ovviamente legato a Palma il Vecchio per via di un ritratto fatto ad un suo discendente. Maggiori informazioni sull’iniziativa le troverete qui.

Per i dolci fanno invece da padrone le spezie, preziose merci che hanno contribuito a creare la potenza di Venezia – sotto il cui dominio era all’epoca Bergamo, e la frutta candita. Le creazioni spaziano dai gelati alle torte, coinvolgendo anche infusi e caffè. Qualche nome? Verderosa Gelateria propone un gelato ottenuto con riso cotto nel latte, zucchero, miele, cannella e cedro ed arancia canditi. L’Officina del dolce ha studiato un dolce chiamato La Sfera: cioccolato fondente, zenzero, pepe cubebe e cannella. Infine Latteria Igienica La Vaniglia ha scelto di rivisitare in versione semifreddo il dolce di San Martino, nato proprio a Venezia nel ‘500. Per accompagnare tutti questi dolci la Caffetteria La Chicca ha riscoperto invece le preziose miscele che risalgono al periodo di Marco Polo mentre l’Erboristeria Antichi Profumi ha creato una tisana di erbe medicinali usate nel Rinascimento.

Mi fermo prima che si trasformi in un post culinario… Vi lascio con la promessa di esplorare meglio le proposte Palma, fare qualche foto e fornirvi maggiori dettagli la prossima settimana!

Annunci

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. lamodavaalmercato ha detto:

    che bell’evento! mi piacerebbe tornare a Bergamo è una città spettacolare!

    1. francyshopping ha detto:

      Beh… Allora non mi resta che invitarti a tornare in città, magari alla scoperta di qualcosa di rinascimentale! 🙂

      1. lamodavaalmercato ha detto:

        …prima o poi!!!

  2. cloti ha detto:

    beh, non ci resta che partire con gli assaggi.Poi ….. si va di cultura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...