Piccola guida golosa di Roma

Questa settimana il blog spegne la sua prima candelina, quale modo migliore di festeggiare se non con una spettacolare abbuffata di dolcezza? Parliamo quindi di shopping gourmet, per una pausa veloce nel corso di una sessione di acquisti o per stupire i vostri ospiti con splendide e gustose creazioni.

gelato san crispino
Coppetta di gelato zenzero e cannella

Parlando di dolce la prima cosa che mi viene in mente è il Gelato di San Crispino, per il quale devo ringraziare un film americano (si, avete letto bene) Mangia, Prega, Ama. Alla  ricerca della felicità Julia Roberts parte per ritrovare il significato della vita. E dove, se non nella magica Roma, poteva svolgersi la riscoperta del gusto? Il mio spacciatore di gelato di fiducia si trova in Piazza della Maddalena – nei pressi del Pantheon, ma in centro lo trovate anche in via dei Panettieri in zona Fontana di Trevi. Il Gelato di San Crispino è un inno al palato, cremoso e avvolgente. La scelta gusti è abbastanza limitata, con abbinamenti curiosi come marroni e rhum o zenzero e cannella (il mio preferito). Non è certo il gelato più a buon mercato di Roma ma dopo il primo assaggio non lo lascerete più!

gelateria Fassi
Gelato da asporto

Come di tradizione italiana anche per il gelato esistono però le fazioni, così mi trovo a parlarvi anche di Fassi, storica gelateria romana nella zona di Piazza Vittorio. Gli albori di questa impresa risalgono addirittura al 1800, nel corso della seconda guerra mondiale la croce rossa americana requisì l’attività per rifornire di gelato le truppe statunitensi. Sopravvissuto alle vicissitudini della guerra Fassi riprende in mano il suo destino, inventa le vaschette per l’asporto e resiste nella monumentale sede storica di via Principe Eugenio, dove ancora oggi potete gustare un fantastico gelato in sala o portarvelo a casa in tutto il mondo! La lunga esperienza ha dato vita ad una ricetta impareggiabile, la scelta dei gusti è vastissima e se volete provare qualcosa di eccezionale allora non perdete i Sanpietrini, cubotti di semifreddo avvolti da una glassa croccante.

Moriondo e Gariglio
Il banco della cioccolata di Moriondo e Gariglio

Per restare in tema di dolcezze torniamo in zona Pantheon, per la precisione in via del Piè di marmo, dove in un angolo è racchiuso un piccolissimo laboratorio di cioccolata. L’avventura di Moriondo e Gariglio inizia a Torino a metà ‘800, confetteria ufficiale della casa reale quando i Savoia si trasferiscono a Roma i proprietari decidono di aprire un laboratorio anche nella capitale. Oggi è una piccola chicca nel centro di Roma, dove acquistare non solo cioccolata ma anche gelatine di frutta e ginevrini fatti a mano secondo le antiche ricette. Entrare in questa bottega significa fare un salto nel passato, un ambiente scuro dai toni rosso e cioccolato, dove le leccornie esposte inteche di vetro e si vendono in confezioni dal sapore liberty.

La fame notturna invece si soddisfa da Il Sorchettaro, in via Cernaia. Di briosciari è pieno il mondo, ma la sorchetta doppio schizzo (traduzione: brioche calda con panna e cioccolata) è una specialità che troverete solo qui e… Ve ne innamorerete!

Se invece siete internazionali per vocazione e vi piace un brunch dal sapore tutto americano Bakery House, all’inizio di Corso Trieste, è il posto che fa per voi. Goloserie dolci e salate da consumare in loco o da asporto. Spettacolare la loro torta doppio cioccolato ricoperta di fragole. Un posto così carino, con i suoi colori pastello, semplice e accogliente che ho persino deciso di festeggiarvi un compleanno!

Bakery House torta
Un modo dolce di festeggiare il compleanno…

Spostandoci di poco troviamo un paradiso della cucina dolce e salata siciliana: Mizzica, in via Catanzaro 30. Decisamente più diffusa che da noi al nord la tradizione del cibo di strada, questo posto è stato una vera e propria scuola che mi ha aperto un fantastico mondo. Teatro di tanti pranzi d’ufficio consolatori e peccati di gola inenarrabili, è il re indiscusso degli arancini – ma anche delle brioches con gelato, o se vi volete far proprio male in estate provate la granita alla mandorla con brioches!

arancini Mizzica
Un angolo di Sicilia a Roma: Mizzica

Chiudiamo quindi con un posto dove impera il salato ma di tradizione romana: Dar Filettaro in Largo dei Librari, nei pressi di Campo de’ Fiori. Forse non è il miglior baccalà fritto di tutta la capitale, ma il locale è decisamente caratteristico con la sua atmosfera da film di Alberto Sordi. L’offerta si estende a qualche contorno e poco altro,  potete fermarvi a mangiare in uno dei tavolini all’interno, ma se volete assaporare l’esperienza per intero allora prendete il vostro filetto e trovate uno spazio libero sugli scalini della chiesa nella piazzetta o nelle adiacenti Campo de’ Fiori o piazza Farnese, così… Per vedere l’effetto che fa!

Filettaro Roma
Il Filettaro nei pressi di Campo de’ Fiori

Alcune delle immagini sono prese da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la pubblicazione violasse diritti d’autore vogliate comunicarlo via email e saranno rimosse.

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. francyshopping ha detto:

    SLURP!!!! viene proprio voglia di un bel viaggetto per un bbbbuon assaggio, Ciao Clo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...